Archivi categoria: Pedagogy

Writings about pedagogy of music

Recensione di Daniel Barbiero di “Metodologia dell’Improvvisazione Musicale”

https://avantmusicnews.com/2018/06/04/amn-reviews-mirio-cosottini-metodologie-dellimprovvisazione-musicale-edizioni-ets-2017/

“The exercises, which make up the bulk of the book, are useful not only as ways of getting to know the heft and shape of improvisation’s constituent elements, but as a means of sharpening and directing musical awareness.”

“Cosottini’s methodology opens up clear possibilities for leveraging nonlinear forms of organization as alternatives to linear forms of organization.”

Daniel Barbiero

Uscito il mio libro: Metodologia dell’Improvvisazione Musicale – Tra Linearità e Nonlinearità

copertina-libro

Che rapporto c’è fra suono e improvvisazione musicale? Perché è importante fare ricerca intorno al suono? Quali sono i metodi di studio dell’improvvisazione, e che differenza c’è fra il metodo di studio lineare e nonlineare? Quale senso dare all’ascolto, all’analisie all’esercizio nella pratica dell’improvvisazione?

Le risposte che il libro delinea sono rivolte agli insegnanti che si occupano di didattica dell’improvvisazione, i quali troveranno indicazioni per arricchire la propria metodologia d’insegnamento; ai musicisti, che vi troveranno suggerimenti per studiare il proprio strumento, interpretare il repertorio, nuovi spunti per comporre e improvvisare; agli improvvisatori, poiché la consapevolezza della distinzione fra linearità e nonlinearità getterà luce sulla struttura della pratica improvvisativa, sul rapporto fra le varie temporalità implicate, sulle diverse strategie di studio, sul valore dell’esercizio, sull’importanza della grafia e sui modi di ascolto.
Il libro contiene numerosi esercizi d’improvvisazione suddivisi per area di ricerca (sull’ascolto, sull’attenzione, sul presente, sulla lettura e scrittura, sulla ricerca, sull’esame approfondito), uno studio del segno grafico che fornisce le chiavi per farne un uso creativo durante l’improvvisazione e infine l’analisi di alcune improvvisazioni secondo i principi lineari e nonlineari. Al centro vi è l’improvvisazione, una pratica che allarga i suoi confini e induce riflessioni didattiche e filosofiche che investono il modo di ascoltare, di pensare e di vivere la musica.

Per acquistarlo (Edizioni ETS)
http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846746993&from=collana

Mirio Cosottini, musicista, filosofo e didatta, ha pubblicato numerosi articoli sull’improvvisazione musicale dal punto di vista filosofico (Invarianza, tempo e improvvisazione musicale, in Sistema e Libertà, «Itinera», rivista online di filosofia e di teoria delle arti, n. 10, 2015), didattico (Non-linearità per aprirsi all’improvvisazione musicale, «Musica Domani», Trimestrale di Cultura e Pedagogia Musicale – Organo della SIEM, Anno XXXIX, n. 151, EDT, 2009), e musicologico (Five Improvisations, in Ontologie Musicali, a cura di A. Bertinetto e A. Arbo, Aisthesis, Università di Firenze, 2013). Nel 2005 ha fondato il gruppo GRIM (Musical Improvisation Research Group) insieme a Alessio Pisani. Dal 2005 al 2010 ha tenuto il Laboratorio di Improvvisazione Musicale presso il Conservatorio di Padova. Ha pubblicato il libro sul rapporto fra suono e silenzio Playing with Silence per Mimesis Internationale (2015). Attualmente sta facendo il Dottorato presso l’Università di Udine/Trieste con una tesi sulla filosofia dell’improvvisazione musicale.

Recensione di Playing with Silence di E. Garzia

Segnalo la recensione di Ettore Garzia sul mio libro Playing with Silence:

http://ettoregarzia.blogspot.it/2016/11/mirio-cosottini-playing-with-silence.html

“è uno di quei sforzi editoriali che vanno dritto nel mezzo di una riflessione composita sul silenzio e le sue incarnazioni, con una natura didattica all’apparenza ma perfetta per affascinare anche il lettore non musicista” (E. Garzia).